Browsing Tag

coniglio

La versione di Nonna Wanda

Coniglio alla cacciatora della nonna

Questa ricetta è una mia libera interpretazione delloriginale di mia nonna, libera perché lei tende a non dare troppi dettagli, anzi possiamo dire che non fornisce dosi o tempi di cottura, nulla insomma. Io però mi sono messa dimpegno e non mi sono persa neanche neanche un passaggio.

Coniglio alla Cacciatora 3

INGREDIENTI

Un coniglio diviso in pezzi dal macellaio

due spicchi daglio

una cipolla dorata

un barattolo di pomodori pelati

mezzo bicchiere di olive nere

mezzo bicchiere di vino bianco

mezzo bicchiere di brodo di carne

salvia

rosmarino

olio evo

sale

PREPARAZIONE

Tritate la cipolla e fatela rosolare in un tegame dai bordi alti con laglio, la salvia e il rosmarino per un circa 3 minuti. Aggiungete il coniglio e rosolatelo bene su tutti i lati, sfumate con il vino bianco, e quando è evaporato aggiungete i pelati e le olive. Proseguite la cottura a fiamma alta per altri due minuti, poi abbassate la fiamma, aggiungete il brodo, coprite il tegame e lasciate andare per circa unora e mezzo. Controllate ogni tanto il coniglio, regolate di sale e se si è asciugato troppo aggiungete altro brodo. A fine cottura lasciate riposare per qualche minuto prima di servire.

Carne Ricette primaverili

CONIGLIO ALLA CURCUMA E FRUTTA SECCA

I doveri coniugali mi spingono a preparare la carne più spesso di quanto farei solo per me, e il coniglio è la soluzione migliore per accontentare il consorte e portare in tavola una carne bianca saporita e sicuramente sana. Ogni volta cerco di inventarmi qualcosa di nuovo per non annoiare il palato, come ieri sera quando ho aperto il mobiletto delle spezie e chi più ne ha più ne metta! Il risultato del mio personale mix di curcuma, cumino, chiodi di garofano e frutta secca è stato sorprendente, quindi subito lì a scrivere la ricetta per non dimenticarmi ingredienti e dosi!

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

2 lombi e 1 coscia di coniglio a pezzi

1 cipolla di tropea

3 cucchiai di Cointreau (o brandy)

500 ml di brodo di carne

½ cucchiaino di curcuma

4 chiodi di garofano

1 cucchiaino di semi di cumino

1 cucchiaio di pinoli

1 cucchiaio di mandorle pelate

1 cucchiaio di uva passa

sale

pepe

olio extravergine d’oliva

DSC_5999

PREPARAZIONE

In una casseruola versate un giro d’olio e fate soffriggere leggermente le spezie (curcuma, cumino e chiodi di garofano), unite il coniglio e fatelo rosolare bene su tutti i lati, conditelo con un pizzico di sale, aggiungete la cipolla tagliata a fette sottili e la frutta secca, sfumate con il Cointreau e versate il brodo quasi fino a coprire la carne. Coprite e lasciate cuocere a fiamma dolce finchè il liquido non si sarà ridotto formando un sugo denso, regolando di sale e pepe a fine cottura. Spegnete il fuoco e lasciate riposare il coniglio qualche minuto prima di servirlo.

coniglio

La versione di Nonna Wanda

Coniglio in fricassea

E’ passato un po’ di tempo dall’ultima ricetta della nonna. Nel frattempo lei, pimpante ed elegante come sempre ha deciso di tenermi d’occhio da altrove. Ed io, elaborata la sua assenza ho sfogliato il suo famoso libro di ricette, adesso è nella mia libreria come il più prezioso dei volumi e ieri sera mi sono decisa a tentare uno dei suoi piatti più famosi: la fricassea. Ho comprato un coniglio in macelleria e già avevo in mente cosa avrei fatto, ho tirato un lungo sospiro e ho deciso di mettermi all’opera. Attenzione perchè questa ricetta è la soluzione a tutte quelle volte in cui avete tentato questo piatto stracciando l’uovo…in onore della nonna ecco cosa dovete fare!

DSC_5374

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

1 coniglio a pezzi

1 cipolla bianca

2 tuorli

il succo di 1 limone

½ bicchiere di vino bianco

1 rametto di rosmarino

qualche foglia di salvia

1 lt di brodo di carne

sale

pepe

olio d’oliva

DSC_5365

PREPARAZIONE

Versate un giro abbondante di olio in una casseruola, fatelo scaldare bene e mettete il coniglio a rosolare, condito con sale e pepe. Quando è dorato da tutti i lati, toglietelo dalla pentola e mettete al suo posto la cipolla, il rosmarino e la salvia. Fate soffriggere gli odori e rimettete dentro il coniglio, sfumate con il vino e bagnate con il brodo. Coprite la pentola, abbassate la fiamma e fate cuocere per 1 ora. Al termine il liquido sarà quasi del tutto evaporato trasformandosi in una cremina leggermente densa. Prelevate nuovamente i pezzi di coniglio e teneteli da parte, eliminate il rametto di rosmarino e la salvia e frullate il sugo. A parte sbattete i tuorli con il limone. Rimettete nella casseruola il coniglio con metà del sugo e frullate di nuovo il resto con l’emulsione di uovo e limone. Prima di servire scaldate la carne, spegnete il fuoco e aggiungete il sughetto ottenuto con l’uovo, che velerà la vostra pietanza senza stracciarsi.

Carne

CONIGLIO FAR EAST

Ecco un esempio perfetto per cercare di svuotare il frigorifero o il freezer prima delle vacanze estive: un ingrediente principale e tante spezie che non dovrebbero mancare mai in cucina, e soprattutto non si sciupano se abbandonate durante il torrido Agosto.  Io ho trovato un mezzo coniglio nel congelatore che era proprio un peccato sprecare, ricordatevi però che questa ricetta va benissimo anche con il pollo, valida alternativa per chi, specialmente fuori dalla Toscana, non ama la carne di coniglio.

DSC_2802
INGREDIENTI per 4 persone
1 coniglio tagliato a pezzi
2 cipollotti
1 spicchio d’aglio
4 cucchiai di salsa di soia
3 cucchiai di brandy
1 bicchiere di brodo di carne
8 cucchiai di olio evo più un po’
1 cucchiaio di sciroppo d’acero
1 cucchiaino di coriandolo tritato
1 gambo di lemon grass
3 cm di radice zenzero
1 peperoncino piccante

DSC_2805

Tritate finemente il cipollotto, lo zenzero e il lemon grass e metteteli in un’ampia ciotola con il coniglio, aggiungete poi il coriandolo tritato, la salsa di soia, l’olio, lo sciroppo d’acero e il peperoncino diviso in quattro parti, mescolate tutti gli ingredienti in modo che i pezzi di coniglio siano ben ricoperti di spezie e lasciate marinare al fresco per almeno un’ora (l’ideale comunque sarebbe tre ore, ma tutti lavoriamo e penso che come me non abbiate voglia di cenare a mezzanotte). Passato il tempo necessario, scaldate un filo d’olio in una casseruola, sceglietene una bella larga, che vi permetta di distendere tutti i pezzi di coniglio. Quando l’olio sarà a temperatura sgocciolate la carne dalla marinatura e inseritela nella pentola con lo spicchio d’aglio. Fate rosolare bene su tutti i lati, aggiungete la marinatura tenuta da parte e sfumate con il brandy; se siete temerari inclinate la casseruola per flambare il coniglio dando fuoco al brandy, se pensate però che oltre al coniglio prenderà fuoco tutta la casa lasciate stare…basta attendere un attimo in più e l’alcol sarà evaporato comunque. Aggiungete il bicchiere di brodo, abbassate la fiamma e fate cuocere lentamente per 45 minuti, girando la carne ogni tanto. Potete servire questo piatto con un normale contorno di verdure o sentirvi davvero far east e accompagnarlo con del riso al vapore.