Browsing Category

Verdure

Ricette invernali Verdure

SEDANO RAPA COME PATATINE

Basta fagiolini, broccoli, carciofi, spinaci e compagnia! Ovvero tutte le verdure che sto mangiando in grande quantità ormai da un mese e sinceramente non ne posso più…in effetti mi rendo conto di quanta poca verdura abbia mangiato in passato rispetto ad ora, e pensare che sono una di quelle persone che riteneva di mangiarne molta. L’altro giorno per cambiare ho deciso di comprare il sedano rapa, quella radice che sembra una palla biancastra e che regolarmente le mie amiche mi chiedono cos’è e come si cucina. Ma invece di fare la classica velluta o purè, che devo dire sono sempre ottimi, ho deciso di cuocerlo come se fosse una specie di patata gigante da fare a cubetti e mangiare arrosto, dato che le patatine (quelle vere e belle unte) mi mancano molto, ma le maledette sono strapiene di zuccheri e quindi niente da fare.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

1 sedano rapa di circa 600/800 gr

1 cucchiaino di rosmarino secco

1 spicchio d’aglio

sale

pepe

olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE

Pelate il sedano rapa e tagliatelo prima a dischi e poi a bastoncini, più omogenei possibile (se dovete rifilarli tenete da parte gli scarti per aggiungerli all’insalata). Sporcate una padella con due cucchiai di olio e fatelo scaldare bene, rosolate lo spicchio d’aglio e aggiungete i bastoncini di sedano rapa e il rosmarino. Condite con sale e pepe e ate cuocere a fiamma vivace per circa 15/20 minuti, dipende dalla grandezza dei bastoncini, saranno comunque pronti quando avranno una bella crosticina marrone all’esterno. Scolateli su carta da cucina e serviteli caldi come contorno.

 

Ricette invernali Verdure

CREMA DI CAVOLO ROMANO CON GORGONZOLA E NOCCIOLE

Piano piano la primavera inizia a farsi sentire e per fortuna non fa più tanto freddo…mi spiace per gli sciatori accaniti ma a me il cappotto non si chiude più, quindi il tepore di queste giornate casca a fagiolo!! Con la primavera fanno la loro ricomparsa sui banchi del mercato anche un sacco di novità in tema di verdure, ma prima di abbandonare del tutto i miei adorati cavoli un’ultima ricetta un po’ invernale con il più bello di tutti ci stava: cavolo romano con una cucchiaiata di gorgonzola e sono felice!!

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

1 cavolo romano non tanto grande

1 cipollotto

1 ciuffetto di prezzemolo

4 cucchiai di gorgonzola dolce

2 cucchiai di nocciole tritate

sale

pepe

olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE

Tagliate il cavolo romano in pezzi, non importa che siamo belli tanto andranno frullati. Tagliate a rondelle il cipollotto. Versate un giro d’olio in una casseruola e fate stufare le verdure e il prezzemolo, aggiungendo un pizzico di sale e di pepe e se necessario un goccio di acqua pet. tenerle morbide e fate cuocere per 10 minuti.

Se avete il Bimby (io uso quello per le creme) impostate 10 min. a 100 C° vel. mestolo.

Frullate il tutto con l’aggiunta di un giro d’olio a crudo e se necessario ancora un po’ di acqua, assaggiate, regolate di sale e versate nelle fondite. Aggiungete due quenelle (due palline fatte con i cucchiai!) di gorgonzola in ogni fondina e cospargete la superficie con le nocciole, finite con una macinata di pepe fresco e servite.

Ricette invernali Verdure

ORZOTTO AL PARMIGIANO CON CREMA DI PISELLI E BASILICO

In questi giorni ho deciso di iniziare a variare i carboidrati che mangio a pranzo e cena altrimenti mi trasformo in fusillo! L’orzo è un’ottima alternativa perchè rientra tra i carboidrati a lento assorbimento, e pensare che non lo preparavo mai, se non in aggiunta a sontuose minestre, perchè il ricordo di quintali di insalata di orzo mangiata nel periodo dell’università è ancora vivido. Non so bene perchè a me e alla mia coinquilina piaceva tanto lessare porzioni smisurate di orzo e poi condirlo con pomodorini, olive ecc..Può essere un piatto estivo buono qualche volta ma noi ne facevamo talmente tanto che lo potevamo mangiare per una settimana intera (più colpa mia che sua visto che la cuoca di solito ero io!). Cucinarlo invece come un risotto è un’ottima idea per un piatto da tutte le stagioni e per togliersi quello sfizio appunto di riso mantecato, che ahimè per adesso ho abolito dalla dieta (il riso è ancora più ricco di zucchero della pasta).

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

500 gr di orzo perlato

200 gr di pisellini surgelati

1 cipollotto bianco

basilico fresco

1 lt circa di brodo vegetale

100 gr di parmigiano grattugiato

olio extravergine d’oliva

1 noce di burro

sale

pepe

PREPARAZIONE

In una casseruola versate un giro d’olio d’oliva e fate rosolare leggermente il cipollotto tagliato a rondelle, unite i pisellini, fateli insaporire qualche istante e bagnate con due dita di brodo vegetale. Lasciate cuocere per 10 minuti poi frullate il tutto con l’aggiunta di un pizzico sale, pepe e 5 o 6 foglie di basilico. Tenete da parte la crema di basilico e iniziate la preparazione dell’orzotto: sciacquate l’orzo sotto l’acqua corrente, poi versate un giro d’olio nella casseruola usata per i piselli, aggiungete l’orzo e fatelo tostare un paio di minuti, poi iniziate a bagnarlo con il brodo vegetale per portarlo a cottura, aggiungendo se necessario un pizzico di sale (ma non troppo perchè il parmigiano aggiungerà una buona dose di sapidità), in tutto ci vorranno circa 18 minuti. Poco prima della fine della cottura aggiungete la crema di piselli e amalgamate bene. Al termine spegnete il fuoco,  buttate nella casseruola il burro e il parmigiano e mescolate con vigore fino ad ottenere un orzotto cremoso. Versate nelle fondine guarnendo se volete con altro parmigiano, del basilico e una grattata di pepe.  

 

Ricette invernali Verdure

POLPETTE DI MELANZANE CON POMODORO PICCANTE

Ieri mi è venuto un desiderio irrefrenabile di polpette…alle voglie non si comanda! Avevo in frigorifero due melanzane acquistate per chissà quale esperimento culinario abbandonato, e una delle due poveretta iniziava già a dare segni di cedimento. Le ho buttate in forno così com’erano senza pensarci un attimo. Una volta che le polpette erano pronte per essere fritte mi sono resa conto che ricoprirle di ketchup, una volta fritte, non sarebbe stato possibile (accidenti alla solita glicemia e allo zucchero che c’è nel ketchup), così mi sono inventata al volo una salsetta piccante con una avanzo di passata di pomodoro che avevo usato per la pizza della Domenica. L’unico problema con questa ricetta è fermarsi e non mangiarle tutte!! Per non cadere in tentazione la metà le ho congelate prima di friggerle e tenermele buone per un’altra volta.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

800 gr di melanzane (2 melanzane medio/grandi)

2 uova

120 gr di pan grattato + un po’

100 gr di parmigiano grattugiato

1 ciuffo di prezzemolo

½ spicchio d’aglio (facoltativo)

sale

pepe

olio di semi di arachidi per friggere

200 ml di salsa di pomodorini ciliegini

1/2 cucchiaino di peperoncino (o più a seconda dei gusti)

olio extra vergine d’oliva

basilico

PREPARAZIONE

Mettete le melanzane intere in forno a 200 C° per circa 30/40 minuti. Toglietele dal forno e lasciatele raffreddare, poi dividetele a metà e con un cucchiaio prelevate la polpa. Mettetela in un colino a maglie fini e strizzate bene per far uscire più acqua possibile (le melanzane ne contengono moltissima). In un robot da cucina, inserite la polpa di melanzana insieme agli altri ingredienti dell’impasto: le uova, il pan grattato, il parmigiano, il prezzemolo, l’aglio, un pizzico di sale e pepe. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto non troppo appiccicoso e umido (se necessario aggiungete ancora un po’ di pan grattato). Formate delle palline con le mani e passatele nel pan grattato in più. Friggetele in olio di semi di arachidi per un minuto circa, devono essere belle dorate e croccanti. Nel frattempo scaldate la salsa di pomodoro in un pentolino con il peperoncino e l’olio, facendola restringere leggermente per concentrare il sapore. Spolverate di sale le polpettine calde e servitele sulla salsa piccante guarnendo con del basilico, oppure tenetela a parte e lasciate che i commensali ci inzuppino le polpette.  

Ricette invernali Verdure

CECI AL CURRY VELOCI

Passati i primi giorni di ramadan da zuccheri inizio a ammorbidire la mia dieta (anche se continuo a pensare tutto il tempo alle frittelle di riso e alla schiacciata alla fiorentina…), sempre all’insegna del famigerato equilibrio tra carboidrati, proteine e grassi. La prossima settimana ho appuntamento con la dietologa, sempre per via del diabete gestazionale, e sono proprio curiosa di sentire cosa mi dirà per aiutarmi a districarmi tra i vari divieti, anche perchè io bene o male ho sempre cercato di mangiare sano ma non ho mai fatto una vera dieta in vita mia!

Ma tornando ai ceci, ne ho ricevuta una confezione in regalo per Natale e finalmente mi sono ricordata di metterli in ammollo, e ora qualcuno penserà “alla faccia dei ceci al curry veloci!”, ovviamente la ricetta si può preparare partendo da ceci già cotti, io riporto il procedimento completo  poi ognuno può fare come vuole, anzi con dei ceci in scatola di buona qualità e una lattina di latte cocco in dispensa si prepara un piatto squisito anche all’ultimo minuto.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

250 gr di ceci secchi (se già cotti 500 gr)

1 ciuffo di prezzemolo

1 spicchio d’aglio

½ lattina di latte di cocco

2 cucchiai di curry in polvere

1 cucchiaino di semi di cumino

½ cucchiaino di peperoncino

olio d’oliva

sale

PREPARAZIONE

Se partite dai ceci secchi metteteli in ammollo per una notte (meglio ancora dal pomeriggio precedente). In una casseruola fate rosolare leggermente lo spicchio d’aglio con il peperoncino e aggiungete i ceci e il prezzemolo intero, coprite con abbondante acqua e fate cuocere per circa 1 ora e mezzo, regolando di sale. Se usate i ceci già cotti uniteli al soffritto per fargli prendere sapore un paio di minuti, salate, tritate il prezzemolo e mettete in pentola anche quello, poi bagnate con un dito d’acqua. Aggiungete la polvere di curry e il cumino e cuocete per altri 5 minuti, facendo asciugare leggermente il liquido di cottura, unite infine il latte di cocco, fatelo scaldare e servite il curry di ceci ben caldo.