Browsing Tag

autunno

Ricette Autunnali Verdure

PURE’ DI BARBABIETOLE

Le barbabietole sono sempre state un po’ off limits nella mia infanzia, forse perchè a mia madre non piacevano o, più verosimilmente, perchè tingono e non voleva sporcare tutta la cucina di rosso. Io ovviamente me ne frego, tanto mi macchio comunque e sempre con qualcosa, e trovo che anche solo il colore sia irresistibile. Ho scoperto che un sacco di gente non sa neanche che se tagliate da crude sono già color ciliegia all’interno! Ci sono mille modi per prepararle oltre alle classiche bollite, e forse non sono tanto apprezzate per via di ricordi da bambini, quando a scuola ci venivano propinate così…lesse e senza neanche un sano giro di olio buono sopra. Se le trovate con ancora le foglie attaccate non liberatevene anzi…sbollentale e ripassatele in padella come per gli spinaci, vengono una meraviglia!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

3 barbabietole

3 patate di media grandezza

150 ml circa di latte

sale

pepe

una noce di burro o 1 cucchiaio di olio evo

DSC_3772

PREPARAZIONE

Mettete a bollire le patate e le barbabietole in abbondate acqua leggermente salata per circa 45 minuti (se le patate sono pronte prima prelevatele dalla pentola con una forchetta e tenetele da parte), quando saranno cotte spellatele, tagliatele a tocchetti e rimettetele nella stessa pentola, aggiungete 2/3 del latte e un pizzico di sale e frullate tutto con il minipimer…siamo gente pratica, lo schiaccia patate in questo caso lasciatelo nel cassetto! Se la consistenza va bene fermatevi, se risulta ancora troppo denso aggiungete l’altro terzo di latte, viceversa se è troppo liquido riaccendete la fiamma e fate addensare, insomma non si può sbagliare. Scaldate leggermente il vostro purè sul fuoco, condite con una grattata di pepe e il burro ( o l’olio) e servite.

DSC_3796

Ricette Senza categoria Verdure

TEGLIA DI RADICCHIO AL MIELE E PINOLI

L’autunno, apparentemente una stagione uggiosa, offre delle verdure stupefacenti. Ecco per esempio il radicchio tardivo trevisano, buonissimo crudo, alla piastra o in forno stufato con un po’ di miele che contrasta l’amaro tipico del radicchio. La ricetta come sempre è semplicissima, golosa e pure light…visto che ci attendono baccanali colossali tra meno di un mese ed è meglio tenersi scarichi!

radicchio tardivo

INGREDIENTI per 4 persone
4 radicchi tardivi di Treviso
2 cucchiai di miele di acacia
1 cucchiaio di pinoli
olio evo
sale
pepe

Lavate il radicchio, asciugatelo bene e dividete ogni cespo in 4 quarti. Sistematelo su una placca da forno e conditelo con un filo d’olio, un pizzico di sale e un paio di macinate di pepe. Cospargete sopra i pinoli e irrorate ogni cespo con il miele. Infornate a 200 C° per 15 minuti. Servitelo ancora caldo come contorno o buttato su una fetta di pane abbrustolito spalmato di formaggio di capra e avrete trasformato una semplice verdura in un piatto super!

Ricette Autunnali Verdure

RAGU’ BIANCO DI FINFERLI

Finalmente è arrivata la stagione dei funghi!! Me li mangerei tutti i giorni, salvo poi ingerire Malox fino a Dicembre…Appena tornata in città mi sono fiondata al mercato di Sant’Ambrogio dal mitico Maurizio e ho fatto incetta, e visto che lui, prendendomi un po’ in giro, si definisce il “Master” dei funghi, aveva una scelta eccezionale. Oltre ai classici porcini, ho comprato i finferli, perfetti per un bel sugo da accompagnare a un bicchiere di vino rosso.Finalmente è arrivata la stagione dei funghi!!

finferli per ragù

INGREDIENTI per 4 persone 500 gr di finferli
2 fette sottili di lardo di colonnata
100 gr di macinato di manzo
mezza cipolla
1 costa piccola di sedano
mezza carota
mezzo bicchiere di brodo vegetale
sale
pepe
vino bianco
qualche ago di rosmarino

soffritto

Sciacquate velocemente i finferli sotto l’acqua corrente per eliminare la terra, asciugateli subito tamponandoli con della carta da cucina e tagliateli grossolanamente. Lavate e mondate le verdure e inseritele nel tritatutto per ottenere un soffritto molto fine, in alternativa e con un po’ di pazienza potete farlo con il coltello. Tritate grossolanamente anche il lardo e mettetelo a sudare in una casseruola, quando sarà sciolto aggiungete il rosmarino e il soffritto, fate rosolare il tutto per cinque minuti circa poi unite anche la carne macinata, lasciate andare per altri due minuti e mettete in pentola anche i finferli, un pizzico di sale e una macinata di pepe, mescolando il tutto. Aggiungete un goccio di vino bianco e fatelo sfumare, poi versate il brodo e fate cuocere a fiamma dolce per venti minuti circa o comunque fino a quando il sugo non sarà più liquido ma cremoso. Nel frattempo buttate la pasta che preferite, scolatela molto al dente e fatela mantecare bene in pentola con il ragù, poi afferrate una forchetta e avventatevi con gioia su questa prelibatezza!