Browsing Tag

avocado

Ricette primaverili Verdure

GAZPACIO ALL’AVOCADO

Aperitivo Time. Cosa non può mancare? Ovviamente un’ottima salsa che accompagni un fresco aperitivo tra amici in una sera d’estate, magari in una veranda sulla spiaggia ascoltando il rumore del mare. 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

1 avocado

2 cetrioli

1 mela verde

1 cipollotti bianchi

1 ciuffetto di menta, basilico, prezzemolo, coriandolo

1 cucchiaio di zenzero tritato

il succo di 1 lime

3 cucchiai di olio extravergine d’oliva

sale

pepe

Fresh avocado with avocado leaves on teak wood table top

PREPARAZIONE

Ricavate la polpa dell’avocado e pelate i cetrioli, affettate la mela verde e i cipollotti. Mettete tutto nel bicchiere del frullatore con le erbe, lo zenzero tritato, il succo di lime, sale e pepe, e qualche cubetto di ghiaccio. Frullate versando a filo l’olio. Conservate in frigorifero fino al momento di servire perchè deve essere bello ghiacciato!

 

Pane Ricette primaverili

FETTE DI SEGALE CON PROSCIUTTO E AVOCADO

Ecco un’altra giornata di corsa, sempre all’insegna di un pranzo veloce e leggero. Oggi non avevo neanche il tempo di fare la spesa e così ho tuffato la testa nel frigorifero a caccia di qualcosa di sfizioso. Ci tengo sempre del prosciutto crudo per quando il consorte rientra a casa affamato e del philadelphia light da spalmare su crostini all’ultimo minuto quando reclama l’aperitivo. Le fette di segale chiaramente sono mie, per fami improvvise da tenere a bada e non sentirmi in colpa immediatamente dopo!

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

4 fette di segale (fette wasa)

½ avocado

100 gr di prosciutto crudo

2 cucchiai di philadelphia light

1 cucchiaino di semi di chia

il succo di mezzo lime

sale

PREPARAZIONE

Pelate l’avocado e tagliatelo a fattine sottili, irroratelo con il succo di lime e tenetelo da parte. Spalmate la crema di formaggio sulle fette di segale, posizionate sopra il prosciutto crudo, poi l’avocado e infine cospargete il tutto di semi di chia e di un pizzico di sale fino.

DSC_5762

Pesce Ricette invernali

INSALATA DI GAMBERI E AVOCADO

Ogni tanto a pranzo corro come una matta e non ho tempo per prepararmi qualcosa da zero. Per fortuna con tutto questo cucinare ci sono sempre degli avanzi in frigorifero, come ad esempio quel che resta della mia cena di tacos: un po’ di gamberi e cavolo cappuccio saltati, metà avocado e dell’insalata che non manca mai. Siccome però mi è venuta veramente buona ho pensato che vale la pena anche prepararla dall’inizio e quindi ecco la ricetta. Tra l’altro si può trasformare facilmente in un antipasto da posizionare in tavola accanto al piatto che i commensali trovano già lì pronto da mangiare.

DSC_4848

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

250 gr di code di gamberi

1 cipollotto bianco

2 cucchiai di brandy

50 gr di cavolo cappuccio

½ avocado

il succo di 1 lime

100 gr di insalatina

olio evo

burro

sale

DSC_4779

 

PREPARAZIONE

Tagliate una fetta dal cavolo intero di circa 100 gr e ricavatene delle listarelle sottili.  Scaldate una noce di burro e un giro d’olio in padella e fate rosolare a fiamma vivace il cipollotto tritato grossolanamente.  Unite il cavolo cappuccio e proseguite la cottura per un paio di minuti, aggiungete anche le code di gamberi tagliate a pezzetti, fatele insaporire e per altri due minuti poi sfumate con il brandy e flambate (infiammate l’alcol con un accendino), bagnate con il succo di ½ lime e regolate di sale.  Fate stringere il sughetto per altri due minuti. Nel frattempo tagliate l’avocado a cubetti e irrorateli con l’altra metà del succo di lime. Condite l’insalata con olio e sale e mettetela alla base di 4 ciotoline o 4 bicchieri grandi, posizionate sopra i cubetti di avocado e infine i gamberi intiepiditi.

Pillole in cucina

COME SCEGLIERE L’AVOCADO PERFETTO

Per rimanere in tema di cibi che fanno bene, ecco l’avocado! Sfatiamo il mito che è ipercalorico e basta, sicuramente ha svariate calorie ma compensa con la presenza di molte vitamine e sali minerali, che in altri alimenti altrettanto calorici vi potete scordare di trovare. Inoltre è una fonte importante di proteine, omega 3 e aiuta a combattere anche il colesterolo, ma soprattutto…è troppo buono!

Il dubbio amletico riguarda sempre la scelta quando lo compriamo, sarà abbastanza maturo? Forse troppo? C’è un sistema infallibile se non vi rivolgete a fruttivendolo (che si presume sia onesto sulla maturazione) ma preferite il fai da te del supermercato. Dovrete alzare il picciolo e verificare il colore sottostante: se è marrone è troppo maturo, se è giallo molto chiaro è acerbo, se è giallo-verde l’avocado è perfetto.

L’unica accortezza in questi casi è fare questa operazione lontano dagli occhi indiscreti degli addetti al banco, che in effetti si potrebbero arrabbiare un po’, visto che gli state “spicciolando” tutti gli avocado!

Se vi siete sbagliati e vi portate a casa dei frutti che sono più duri delle mattonelle del bagno, pazientate qualche giorno lasciandoli a temperatura ambiente (mai in frigo quando sono acerbi!), possibilmente vicino a delle mele, ma soprattutto non tagliate mai l’avocado prima di averlo portato a maturazione, perchè una volta aperto potrà solo annerire ed essere immangiabile (dando ovviamente per scontato che non proverete neanche a mangiarlo acerbo…fa schifissimo).

Carne Senza categoria

VOGLIA DI VITELLO TONNATO…ALL’AVOCADO

Quando viene  voglia di vitel tonnè non c’è scampo, va mangiato! Se poi sei abituata alla ricetta della nonna è meglio cercare delle varianti piuttosto che tentare di replicare la perfezione e confrontarsi poi con la certezza del fallimento. Le premesse comunque sono fondamentali: un gran bel pezzo di girello di vitello da latte, un buon tonno sott’olio, possibilmente conservato in vetro, e un brodo fatto in casa.

vitello

INGREDIENTI
500 gr di girello di vitello
1 carota
1 costa di sedano
1/2 cipolla
1 litro di brodo vegetale
150 gr di tonno sottolio
1 cucchiaino di capperi
5 filetti di acciuga
1 avocado maturo
olio evo
vino bianco
sale
pepe

vitello tonnato

Tritate finemente la carota, il sedano e la cipolla e metteteli a soffriggere delicatamente in un tegame dai bordi alti con due pezzettini di tonno e un filetto di acciuga (trucco della nonna!), dopo qualche minuto aggiungete il vitello legato con lo spago e fatelo rosolare con le verdure per pochi istanti, giusto il tempo di sigillarlo, e aggiungete un pizzico di sale e una macinata di pepe. Sfumate con il vino bianco e una volta evaporato, versate in pentola il brodo fino a che non raggiunge la metà del girello, coprite con il coperchio e lasciate cuocere per un’ora. A cottura ultimata lasciate raffreddare la carne in una ciotola insieme al suo sugo. Nel frattempo mettete nel bicchiere del mixer il tonno, le acciughe, i capperi e metà dell’avocado e frullateli aggiungendo via via parte del liquido di cottura del vitello, continuate finchè non otterrete una crema liscia e non troppo liquida. A questo punto potete prelevare il girello dal suo sugo e affettarlo finemente, sistematelo su un vassoio e bagnatelo leggermente con del liquido di cottura, ricopritelo con la salsa tonnata, aiutandovi con una spatola. Finite guarnendo con delle fettine di avocado ricavate dall’altra metà, coprite con la pellicola e conservate in frigo fino al momento di consumarlo. Con la salsa che sicuramente avanzerà preparatevi il giorno dopo un bel panino con l’aggiunta di pomodoro e avocado. Oppure come faccio io aprite il frigo e affondate delle fette di pane nella salsa direttamente dal frigo durante le fami notturne!