Browsing Tag

gnocchi

Pasta Ricette invernali

GNOCCHI CON PESTO DI FAGIOLINI E MANDORLE

Nella mia maratona di verdura e cibo sano finisco per trovarmi sempre qualche avanzo, perchè esagero nelle dosi e poi quando mi siedo a tavola la pancia (ormai gigante) mi spinge in alto lo stomaco e di conseguenza più di tanto cibo non riesco  infilarci. Sono quindi diventata una regina degli avanzi, che spesso trasformo in zuppe o condimenti per la pasta. I fagiolini in questo periodo nel mio frigo non mancano mai e anche l’altra sera, cotti al vapore e conditi con olio e limone, hanno fatto da contorno a una cena leggera. Quel che è rimasto è finito nel frullatore insieme a qualche erbetta e si è trasformato in un pesto ottimo!

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

250 gr di gnocchi di patate

200 gr di fagiolini

1 cucchiaio di pinoli

1 mazzetto di prezzemolo

qualche foglia di menta fresca

1 cucchiaio di mandorle

sale

pepe

olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE

Se avete dei fagiolini bolliti che vi avanzano usate quelli, altrimenti mondateli e fateli sbollentare in acqua leggermente salata per 10 minuti circa (qualcuno in più rispetto a quando li preparate come contorno). Prelevateli dall’acqua di cottura e passateli sotto il getto freddo di acqua del rubinetto. Sistemateli nel frullatore con i pinoli, il prezzemolo e la menta (per le signore incinte come me sciacquate prima le erbe con l’amuchina), un pizzico di sale e pepe, aggiungete 2 cucchiai di acqua di cottura dei fagiolini, 1 cucchiaio di olio e frullate. Sul tagliere tritate grossolanamente le mandorle e fatele tostare sul fuoco in un padellino antiaderente per qualche istante. Lessate gli gnocchi, passateli in padella con il pesto di fagiolini e un giro d’olio e serviteli con una macinata di pepe e cosparsi di mandorle tostate.

Pasta Ricette Autunnali

GNOCCHI DI ZUCCA SU FONDUTA DI STRACCHINO

Tra la moltitudine di ricette con la zucca che ho preparato ultimamente non potevano certo mancare gli gnocchi. Trovo che siano ancora più buoni di quelli di patate, ma un po’ più difficili da preparare, innanzi tutto perchè la zucca contiene molta più acqua della patata e va a finire che ci vuole sempre più farina rispetto alle dosi indicate nelle varie ricette, e poi soprattutto perchè le suddette ricette magari vengono preparate con un tipo di zucca diversa da quella che troviamo dall’ortolano. In linea di massima diciamo che la più adatta sarebbe quella con la buccia verdognola non tanto grande, ma siccome per tagliarla si rischia di portarsi via anche un dito, capita più spesso di trovare spicchi di quella a buccia arancione , che è più morbida ma più acquosa. Tutta questa premessa per dire che le dosi di farina saranno indicative e via via se ne può aggiungere un po’, se l’impasto è troppo appiccicoso, cercando però di non esagerare altrimenti gli gnocchi vengono di gomma!

dsc_6955

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

1 kg di zucca gialla

300 gr di farina 00

1 uovo

50 gr di parmigiano (più quello per servire)

noce moscata

sale

pepe

olio extravergine d’oliva

1 noce di burro

salvia

Per la fonduta di stracchino

100 gr di stracchino morbido

50 ml di latte

1 cucchiaino di amido di mais

pepe

dsc_6960

 

 

PREPARAZIONE

Tagliate la zucca a fette, eliminando la buccia e sistematela su una placca da forno ricoperta di carta, irrorate con un filo d’olio, aggiungete un pizzico di sale e infornate a 220 C° per 15 minuti circa (dipende dallo spessore delle fette). Togliete la zucca dal forno e fatela raffreddare per qualche minuto, poi frullatela con l’uovo, un pizzico di noce moscata e il parmigiano e incorporate la farina un po’ per volta, aiutandovi con una spatola. Quando avrete un impasto sufficientemente compatto e non troppo appiccicoso, versate altra farina sul piano di lavoro e rovesciateci sopra il composto. Create dei filoncini sempre più stretti fino ad un diametro di circa 1 cm e tagliateli ricavando gli gnocchetti. In un pentolino versate lo stracchino e il latte e fate fondere il formaggio a fuoco dolce, mescolando con una frusta, quando il composto è tutto liquido unite l’amido di mais e il pepe, fate addensare sempre mescolando e tenete da parte. Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata finchè non vengono a galla, saltati velocemente in padella con il burro e la salvia e mantecate con altro parmigiano. Versate nei piatti la fonduta di stracchino e adagiate sopra gli gnocchi di zucca, finite con una gratta di pepe nero.

Pillole in cucina

Gli gnocchi fatti in casa

Gli gnocchi sono un piatto davvero facile da preparare a casa, partiamo da questo presupposto e abbandoniamo ogni dubbio.

La prima regola da seguire è cercare di utilizzare patate vecchie, perchè sono meno umide e quindi ci consentono di aggiungere poca farina, che in cottura renderebbe gli gnocchi più collosi. Poi vanno lessate bene e soprattutto vanno schiacciate ancora CALDE. Usate uno schiacciapatate vecchio stile, di quelli che servono anche per fare i passatelli. Fate cadere le patate schiacciate in una ciotola grande, dove dovrete mettere uova, noce moscata grattugiata, un pizzico di sale e la farina.

Le dosi di partenza sono indicativamente 500 gr di patate, 150 gr di farina e 1 uovo. Mano a mano che impastate vi accorgerete se c’è bisogno di altra farina o meno, questo purtroppo va deciso sul momento perchè l’uovo potrebbe essere grande e quindi aggiungere più umidità e la patata piuttosto giovane. Ve ne accorgerete subito perchè l’impasto sarà ancora troppo appiccicoso. Appena avete la sensazione di poterlo lavorare, stendetelo sul tagliere e aggiungete farina solo in superficie per essere sicuri che non si attacchi. Non state tanto lì a fare la sfoglina che impasta perchè non è pasta fresca ed è fondamentale (altra regola da ricordare) lavorare gli gnocchi il meno possibile, più andrete avanti più vi sembrerà di avere bisogno di farina (cosa che invece dobbiamo cercare di evitare per l’effetto chewing gum!). A questo punto il gioco è fatto! Tagliate dei pezzi e via via formate dei serpentoni che poi sarà sufficiente affettare a tocchetti per ottenere gli gnocchi. Lasciateli seccare un po’ su della carta forno cosparsa di farina di semola e state attenti che non si tocchino tra di loro. Infine l’ultima regola, la più conosciuta, cuoceteli finchè non vengono a galla e conditeli come preferite!!

La versione di Nonna Wanda

Gnocchi di semolino al forno colorati

Il semolino è proprio la classica ricetta delle nonne, alla mia ovviamente piace la variante un po’ più complicata, ma neanche troppo. Non me la prepara da quando sono piccola e mi divertivo come una matta a mangiare queste chicche variopinte. In effetti è un piatto perfetto per i bambini, gli gnocchi multicolor sono decisamente più attraenti e inoltre nascondono le verdure (spinaci in questo caso), che spesso vengono lanciati in giro per la cucina piuttosto che rimanere nel piatto. Ormai poi è anche passato di moda braccio di ferro, chi se lo ricorda più che quando li mangiava diventava fortissimo! La mia versione si discosta dall’originale solamente perchè la nonna ovviamente non si è sprecata nel darmi alcune dosi e quindi ho dovuto fare a occhio, ma alla fine il risultato è stato all’altezza.

 

INGREDIENTI per 4 persone

250 gr di semolino

1 lt di latte

100 gr di parmigiano grattugiato + un po’

80 gr di burro

3 uova

100 gr di spinaci

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

sale

IMG_1714

Preparazione

Lessate gli spinaci in acqua leggermente salata per 10 minuti, scolateli, strizzateli bene e frullateli. Mettete sul fuoco una pentola con il latte e appena sobbolle versate a pioggia il semolino mescolando con una frusta, proseguite la cottura finche il composto non si addensa, unite le uova, il burro, il parmigiano e un pizzico di sale, amalgamate bene il tutto e togliete dal fuoco. Dividete il semolino in tre parti, stendete la prima su una teglia ricoperta di carta forno leggermente oleata, formando uno strato alto circa 1 cm. Mescolate la seconda con la purea di spinaci e stendetela, procedete nello stesso modo anche con la terza dopo averla mescolata con il concentrato di pomodoro. Lasciate raffreddare il semolino nella teglia per circa mezz’ora poi, con l’aiuto di un coppapasta (o un bicchierino da liquore) prelevate dei cerchi di impasto, sistemateli in una pirofila e spolverateli con altro parmigiano grattugiato. Infornate la pirofila a 200 C° per circa 15 finchè gli gnocchi non sono leggermente gratinati. Toglietela dal forno, aspettate qualche minuto e servite.

Pasta

GNOCCHI ALL’ACCIUGA E ZUCCHINE CON CREMA DI MOZZARELLA E PISTACCHI

Dopo un lungo inverno e e davvero troppi impegni di lavoro, finalmente torno a postare! Ecco un’idea perfetta per celebrare l’arrivo della tanto attesa primavera: gnocchi! Gli altri ingredienti sono tra i miei preferiti in assoluto, zucchine novelle cresciute sotto la luce del sole vero, acciuga che ci sta sempre bene e mozzarella che anticipa l’estate (anche se quella buona campana sarebbe da mangiare a morsi tutto l’anno!)

gnocchi zucchine acciuga e crema di mozzarella

INGREDIENTI per 4 persone
500 gr di patate
1 uovo grande
150 gr di farina 00
1 pizzico di sale
1 pizzico di noce moscata
4 zucchine romane
4 filetti di acciuga
granella di pistacchi
1 spicchio d’aglio
olio evo
basilico
300 gr di mozzarella di bufala
latte qb

crema di mozzarellazucchine

Preparate gli gnocchi: lavate molto bene le patate e lessatele con tutta la buccia in acqua bollente salata per circa 40 minuti. Una volta cotte sbucciatele ancora calde e passatele nello schiaccia patate, aggiungete sale, noce moscata e l’uovo sbattuto alternato con la farina. Una volta uniti tutti gli ingredienti, lavorate l’impasto sul piano di lavoro finchè non sarà più appiccicoso, cercate però di non lavorarlo troppo altrimenti gli gnocchi diventeranno collosi. Formate dei piccoli filoni spessi circa 2 centimetri e ricavatene gli gnocchi della dimensione che preferite, tagliandoli con un coltello. Sistemateli via via su un vassoio ricoperto di carta forno e spolverato di farina. A parte tagliate le zucchine a bastoncini e fatele rosolare per qualche minuto in una padella dove avrete sistemato un filo d’olio, lo spicchio d’aglio e i filetti di acciuga, aggiungete il basilico e una macinata di pepe e continuate la cottura ancora due minuti. Tagliate la mozzarella a cubetti e versatela nel bicchiere del minipimer, aggiungete un goccio di latte, un po’ di siero e una macinata di pepe e frullate fino ad ottenere una crema, se necessario aggiungete altro latte e siero. Lessate gli gnocchi in acqua salata finchè non vengono a galla, passateli nella padella con le zucchine due cucchiai di acqua di cottura, servite in fondine in cui avrete versato due cucchiai di crema di mozzarella, finite con una spolverata di granella di pistacchi e BUONA PRIMAVERA A TUTTI!