Ricette

IL PANE SENZA IMPASTO

Ecco qua la mia ricetta di un pane meraviglioso, il pane senza impasto! Questo procedimento è semplicissimo e permette anche ai neofiti della panificazione di ottenere dei risultati straordinari (trovate la video ricetta nella prima puntata di “Pane olio e fantasia“). L’unica accortezza è quella di munirsi di una pentola di ghisa di circa 26 cm di diametro e di tanta pazienza, perchè il pane buono ci mette un bel po’ prima di essere pronto, infatti dovrete aspettare anche 18 ore prima di poterlo infornare. Io adoro prepararlo, mi organizzo e faccio l’impasto il pomeriggio precedente, così al mattino sono pronta per la seconda lievitazione e all’ora di pranzo ho una pagnotta fumante pronta per la tavola.

La ricetta arriva da un fornaio americano, Jim Lahey, che ha studiato come fare il pane in Italia (e dove sennò!) e che ho avuto il piacere di conoscere qualche anno fa. Jim ha trovato questo metodo eccezionale per gli “home bakers”, con il quale senza impastare appunto, si prepara in maniera molto veloce un ottimo pane, altamente digeribile, fatto in casa, e che dura a lungo, un pane come una volta ! Provare per credere!

INGREDIENTI:

400 gr di farina 0 + un po’

300 ml di acqua

2 gr di lievito secco attivo

8 gr di sale

UTENSILI:

una pentola in ghisa diametro 26 cm

un cestino per lievitazione (facoltativo)

Per a ricetta del pane senza impasto, la sera preparate il poolish (nome tecnico di questo tipo di impasto) come segue: mettete la farina in un’ampia ciotola, aggiungete l’acqua, meglio non troppo fredda, sciogliete nell’acqua il lievito, e per ultimo aggiungete il sale. Impastate il tutto per un minuto aiutandovi con un cucchiaio in legno, giusto il tempo di amalgamare gli ingredienti. Il risultato sarà un impasto molto appiccicoso. Coprite la ciotola con un canovaccio e lasciate riposare per 12/18 ore al riparo da correnti e possibilmente in un luogo non troppo freddo. La mattina troverete l’impasto raddoppiato. A questo punto dovrete fare le cosiddette “pieghe”. Infilate le dita sotto l’impasto da un lato, afferratelo e portate il lembo verso il centro della ciotola, ripetete il gesto fino ad aver fatto tutto il giro, in pratica come piegare gli angoli di un foglio verso il centro. Con delicatezza trasferite l’impasto in un cestino da lievitazione cosparso di abbondante farina, ribaltandolo in modo da avere il lato delle pieghe nella parte sottostante. Spolverate la superficie dell’impasto con altra farina e copritelo con un canovaccio. A questo punto lasciatelo lievitare per circa 2 ore. Mezz’ora prima della fine della lievitazione accendete il forno a 250 C° e infilateci la pentola in ghisa vuota con il coperchio. Togliete la pentola dal forno facendo attenzione a non bruciarvi e ribaltate l’impasto nella pentola, copritela e infornate per 30 minuti, passati i quali togliete il coperchio e proseguite la cottura per altri 15 minuti. Quando sfornate il pane levatelo dalla pentola e fatelo raffreddare sopra una grata in modo che prenda aria. Se ascoltate sentirete il pane “cantare”, ovvero scricchiolare mentre il vapore se ne va.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply