Frutta e Dolci Ricette primaverili

CESTINI CON YOGURT GRECO E FRAGOLE

 

Oggi ho insolitamente deciso di lanciarmi nella preparazione di un dolce, sempre e comunque con una prerogativa…che sia facile!! L’unica difficoltà sta nella realizzazione della pasta frolla, ma non è poi così complicata. 

DSC_5405

INGREDIENTI PER 30 PASTICCINI

300 gr di farina

150 gr di zucchero

120 gr di burro

1 uovo intero + 1 tuorlo

la scorza di 1 limone

1 pizzico di sale

1 barattolo di yogurt greco

1 cestino di fragole

DSC_5408

PREPARAZIONE

Iniziate preparando la pasta frolla. Se avete una planetaria è tutto molto semplice ma si può tranquillamente fare usando il metodo più antico di tutti…le mani!

DSC_5414

In una ciotola mescolate lo zucchero con il burro ammorbidito nel microonde, poi unite le uova leggermente sbattute e infine la farina, la scorza di limone e il sale. Lavorate l’impasto velocemente per non scaldare troppo il burro, fino ad ottenere una palla omogenea, rivestitela di pellicola e fatela riposare in frigorifero per almeno 30 minuti. Stendete la pasta con il mattarello su una spianatoia ricoperta di pellicola, e con l’aiuto di un coppa pasta ricavate dei dischetti leggermente più grandi del cerchio dello stampo in silicone o degli degli stampini monodose, se avete quelli. Schiacciate leggermente la la pasta all’interno dello stampo e bucherellatela con i rebbi della forchetta per non farla alzare in cottura. Infornate a 180 C° statico per 15 minuti circa, finchè i cestini non saranno dorati. Prelevateli dal forno e fateli raffreddare. Con l’aiuto di un sac-a-poche riempite i cestini con lo yogurt greco, se volete potete addolcirlo con del miele o dello sciroppo di agave, oppure lasciarlo al naturale. Infine tagliate le fragole a pezzettini e sistemateli sui pasticcini. Potete mettere un’intera punta oppure fare dei triangolini, o anche delle fettine, a voi la scelta. Io nel dubbio li ho fatti di diversi tipi. Conservate in frigorifero fino al momento di servirli.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply