Pane e Farina Ricette

LA MIA SCHIACCIATA TOSCANA

Ecco finalmente una delle ricette più richieste di “Pane, olio e fantasia”: la schiacciata toscana!
Quando ero una bimbetta frequentavo l’asilo in una piccola scuola di collina. Mi ricordo che la maestra ci portava spesso a fare merenda nella gastronomia di questo piccolo borgo, ci metteva tutti seduti sui gradini del portone di fronte alla bottega e distribuiva una fetta di questa meraviglia ad ognuno.
Da allora non posso farne a meno: sono dipendente dalla schiacciata!
Non c’è dieta che tenga! La mia versione nasce da vari adattamenti di altre ricette che ho sperimentato nel tempo, e comunque il modo migliore per farla sempre meglio è continuando a provare (ricordate Non ci resta che piangere? Bisogna provare! Provare, Provare, provare).
Ognuno di noi ha una temperatura diversa in casa e un forno più o meno potente, per non parlare poi del periodo dell’anno in cui la realizziamo, con la stagione fredda anche il lievito va un po’ in letargo e bisogna aspettare più tempo per la lievitazione.
Una volta pronta, si potrà poi gustarla da sola, accompagnata da una birra, o servita con salumi e formaggi, ideale anche per un picnic.
Vi ho convinto?

Tutti in cucina!

INGREDIENTI

300 gr di farina 0

100 gr di farina manitoba

1 gr di lievito secco

4 gr di sale fino

4 gr di zucchero

320 gr di acqua

60 ml circa di olio d’oliva

sale grosso

PREPARAZIONE
Mescolate la farina, il lievito, il sale e lo zucchero in una ciotola di dimensioni medie. Aggiungete l’acqua e mescolate il tutto cn un cucchiaio finchè tutti gli ingredienti non sono amalgamati. L’impasto risulterà umido e appiccicoso. Coprite la ciotola con della pellicola e lasciate lievitare per circa 9/12 ore, finchè l’impasto non è raddoppiato e ha formato delle bolle sulla superficie.

Le pieghe
Al termine della lievitazione rovesciate l’impasto su un tagliere cosparso di abbondante farina con l’aiuto di una spatola. Ripiegate i lembi esterni dell’impasto verso il centro finchè non avete compiuto tutto il giro, spennellatelo con dell’olio e cospargetelo con del sale grosso in superficie. Lasciate lievitare l’impasto in un posto al riparo da correnti d’aria e non freddo per circa 1-2 ore. Mezz’ora prima della seconda lievitazione accendete il forno al massimo (circa 260 C°) per averlo già caldo al momento di infornare.

Inforniamo
Con l’aiuto della spatola spostate delicatamente l’impasto su una teglia da forno e fate una pressione con i polpastrelli per allargarlo e creare delle fossette, spennellate con altro olio d’oliva e infornate per circa 12-15 minuti. Sarà pronta quando la superficie apparirà dorata scura e le fossette ancora chiare. Sfornatela e fatela raffreddare qualche minuto su una griglia che avrete prelevato prima di accendere il forno.

You Might Also Like

7 Comments

  • Reply
    Debora
    10 Giugno 2019 at 8:34

    Buongiorno Enrica e complimenti per tutto
    Scusami una domanda, la lievitazione di 9/12 ore della schiacciata è in frigo?
    Grazie mille
    Debora

    • Reply
      Enrica Della Martira
      10 Giugno 2019 at 11:01

      Ciao Debora,
      e’ a temperatura ambiente. Se la fai lievitare in frigo lasciala un’ora circa a temperatura ambiente, poi 24 in frigo e poi un’altra ora a temperatura ambiente prima di fare le pieghe in teglia

  • Reply
    Davide
    10 Giugno 2019 at 17:25

    Toscano emigrante, quel che mi manca di più nel quotidiano è la schiacciata! Grazie Enrica per questa ricetta, che sto provando (dopo averne provate altre, anche tue).
    Tre domande: che forma dai all’impasto sul tagliere (non importa o più o meno tondeggiante)? Se il sale lo metti prima della seconda lievitazione, il lato salato e unto deve rimanere sopra quando sposti l’impasto nella teglia? Che tipo di teglia consigli? Ho testato pirofila in vetro e teglia in alluminio, ma in entrambi i casi lato inferiore si è cotto male. La carta da forno potrebbe bastare o mi conviene comprare un’altra teglia?
    Grazie mille Enrica e a presto per le tue nuove ricette (dal gusto di casa 😀 )

    • Reply
      Enrica Della Martira
      11 Giugno 2019 at 10:02

      Ciao Davide,
      dunque ecco le risposte:
      Più o meno tondeggiante ma è a tua scelta
      Oltre al sale fino che metto all’inzio Con gli altri ingredienti, cospargo la superficie con un po’ di sale grosso prima della seconda lievitazione e ne metto ancora prima di infornare
      Di solito la teglia del forno è sufficiente con della carta forno sopra, cerca di posizionarla al centro del forno
      Altrimenti puoi usare una pietra refrattaria da pizza che dovrai preriscaldare nel forno
      Un saluto
      Enrica

  • Reply
    Maria Susanna
    12 Agosto 2019 at 17:35

    Grazie, Enrica, provo a farla e con i tuoi consigli son sicura di fare n lavoro discreto.
    Ciaoe tanti complimenti
    Maria

    • Reply
      Maria Susannam
      12 Agosto 2019 at 17:38

      Grazie, Enrica, provo a farla e, con i tuoi consigli, sono sicura di fare un lavoro discreto.
      Ciao e tanti complimenti
      Maria

    Leave a Reply