Browsing Category

Ricette invernali

Ricette invernali Verdure

FOGLIE DI BARBABIETOLA SAUTE’

Della serie “non si butta via nulla”!! Se le barbabietole vengono considerate poco, figuriamoci le loro foglie, che in realtà sono ottime sia crude che cotte e più belle anche da vedere rispetto per esempio agli spinaci, con quelle venature rosso rubino che le attraversano al centro. Se poi dovete abbuffarvi di verdura come me che devo tenere a bada la glicemia ogni ortaggio va sperimentato. In generale dovremmo tutti mangiare più verdura ma spesso ci manca il tempo e la voglia di prepararla, ecco perchè questa ricetta si fa letteralmente in 5 minuti ed è più buona e sana di tanti intrugli.

L’altro giorno ho comprato le barbabietole al mercato (che ho cucinato al cumino, vedi post precedente) e avevano queste meravigliose foglie ancora fresche e croccanti, perfette per essere saltate in padella, ma se proprio vi fa fatica sono ottime anche crude in insalata, l’importante è eliminare la base del gambo rossa che rimane sempre un po’ troppo coriacea, ma che comunque si può usare per colorare e insaporire un brodo!

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

le foglie di 4 o 5 barbabietole

1 spicchio d’aglio

sale

pepe

1 spicchio di limone

olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE

Lavate le foglie di barbabietola e fatele asciugare su della carta da cucina. Eliminate la base del gambo rosso. Fate rosolare lo spicchio d’aglio in padella con un giro d’olio d’oliva e quando è ben caldo aggiungete la verdura, saltate in padella per 2/3 minuti regolando di sale (attenzione mettetene poco perchè cuocendo la quantità di fogliame si riduce molto e dopo rischia di essere salatissimo), giusto il tempo di far appassire leggermente le foglie e servite condendole con una macinata di pepe, altro sale (solo se necessario) e una spruzzata di limone. Esattamente come fareste con i classici spinaci saltati.

Ricette invernali Verdure

BARBABIETOLE AL CUMINO

Nella mia incetta di verdure al mercato ho finalmente trovato anche le barbabietole, che vengono notoriamente bistrattate da tutti gli ortolani e che invece io mangerei in continuazione (vedi in effetti almeno altre 3 ricette con questo tubero sul blog!). Ultimamente sempre per colpa di questi maledetti zuccheri devo stare attenta e non posso farne una scorpacciata ma, dopo aver rinunciato a dolci, riso, patate ecc..almeno due misere barbabietole di contorno lasciatemele mangiare!! Mi piace moltissimo abbinarle con le spezie perchè si crea quel mix forte e dolciastro tipico della cucina orientale, soprattutto indiana direi, che secondo me procura anche un senso di sazietà e soddisfazione maggiore rispetto alle classiche verdure saltate.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

4 o 5 barbabietole del contadino (abbastanza piccole)

il succo di ½ limone

1 cucchiaino colmo di semi di cumino

1 spicchio d’aglio

sale

pepe

olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE

Pulite le barbabietole ed eliminate le foglie (non buttatele sono ottime saltate!), sbucciatele e tagliatele a spicchi più o meno tutti della stessa grandezza. Scaldate un giro di olio d’oliva in padella e fatevi rosolare l’aglio in camicia e i semi di cumino, aggiungete dopo qualche istante gli spicchi di barbabietola e proseguite la cottura a fuoco medio, arrostendo così le verdure, per circa 10 minuti. Regolate di sale e pepe e bagnate con il succo di limone. Proseguite la cottura per altri 5 minuti (qualcuno in più se gli spicchi sono grossi), assaggiate e aggiungete altro sale se necessario e servite come contorno croccante e profumato!

Dolci Ricette invernali

TORTA DI CASTAGNE SENZA ZUCCHERO

Ecco un dolce da dieta vera…non c’è neanche un grammo di zucchero! Partendo dalla ricetta del castagnaccio, che appunto si fa con farina di castagne e acqua, senza aggiunta di zucchero, mi sono ingegnata per realizzare un plumcake alle mele. Il risultato è ottimo se siete a dieta o stecchetto da zucchero. Intendiamoci non vi aspettate di mangiare qualcosa di paragonabile al ciambellone o alla torta di cioccolato perchè non è così. Però inzuppato in un bicchiere di latte a colazione o merenda è un ottimo compromesso per farsi una coccola. Io per diversi giorni (è una torta che si conserva bene) mi sono sentita sollevata e al riparo dalla tentazione di frittele di carnevale and co.

Continuo a desiderare ardentemente una fetta gigante di cheesecake, crostata o cioccolato ma per il momento mi accontento soddisfatta e con non troppi sensi di colpa!

INGREDIENTI PER 1 STAMPO DA PLUMCAKE

250 gr di farina di castagne

80 ml di olio d’oliva

2 uova

150 ml di latte

1 bustina di lievito vanigliato

2 mele

PREPARAZIONE

In una planetaria, o a mano in un’ampia ciotola, mescolate la farina con l’olio, aggiungete le uova leggermente sbattute, il latte e il lievito. Amalgamate bene gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo, denso ma non troppo duro (eventualmente aggiungete ancora un po’ di latte).

Sbucciate le mele e tagliatele prima a spicchi e poi a fettine sottili, mescolatene metà all’impasto. Versate quest’ultimo nello stampo da plumcake coperto di carta forno leggermente unta. Infilate sulla superficie le restanti fettine di mela e infornate a 170 C° per 40 minuti.

Lasciate raffreddare prima di toglierlo dallo stampo e affettarlo.

 

Pasta Ricette invernali

LASAGNA PRIMAVERA

L’altro giorno mi sono avventurata al mercato di Sant’Ambrogio. Dico avventurata perchè con questo pancione e Ugo che tira a destra e a sinistra eccitato da altri cani, pezzettini di cibo in terra e punti vari dove fare pipì è stata un’impresa titanica fare la spesa. Per fortuna Maurizio, titolare del mio banco di riferimento, mi ha tenuto lì tutti i sacchetti e poi me li ha anche caricati in macchina, altrimenti con tutte le verdure che ho acquistato non so davvero come avrei fatto…mi dimentico (quasi) che ho una mega panza. La prima ricetta a base dei miei acquisti è la lasagna in bianco con le verdure. Ho sempre avuto un debole per la versione bianca della lasagna, ma non ho mai trovato quella che mi si addiceva di più, ci sono sempre elementi che non vorrei, tipo i peperoni, la salsa di pomodoro, le melanzane. Alla fine me la sono preparata da sola, delicata, assolutamente bianca e rigorosamente a base di verdure primaverili, con l’aggiunta di qualche fetta di caprino, nascosto in giro, per trovare la sorpresa in alcuni bocconi.

INGREDIENTI PER 6 PERSONE

250 gr di pasta per lasagne sottile (che non richiede la precottura)

500 gr circa di besciamella (vedi la ricetta per farla perfetta)

4 carote

4 zucchine

2 porri

½ mazzo di asparagina

1 ciuffo di prezzemolo

1 ciuffo di maggiorana (facoltativa)

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

9 fettine di caprino semi stagionato

sale

pepe

olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE

Mondate carote e zucchine e grattugiatele con i fori larghi di una grattugia, o meglio ancora con il robot da cucina, tagliate a rondelle non troppo sottili il porro, eliminate la base del gambo degli asparagi e tagliateli a bastoncini di circa 1 cm lasciando le punte intere. Versate un giro abbondante di olio in un’ampia padella, fatelo scaldare e rosolate le verdure per circa 5 minuti a fiamma alta, regolando di sale, pepe e aggiungendo alla fine le erbe tritate (prezzemolo e maggiorana).

Utilizzate una pirofila o uno stampo da plumcake (io preferisco il secondo perchè mi viene una lasagna più alta e farcita, essendo lo stampo più stretto) per formare la lasagna. Iniziate con due fogli di pasta leggermente sovrapposti, cospargeteli con uno strato di besciamella alto un paio di mm, proseguite con qualche cucchiaiata di verdure saltate ben distribuite sulla besciamella, mettete sopra altri due fogli di pasta, besciamella, verdure e qui anche tre fettine di caprino, proseguite in questo modo fino all’ultimo strato che ricoprirete di besciamella e di parmigiano per gratinare la superficie. Infornate a 200 C° per 20 minuti.

Ricette invernali Riso

ORZO AGLI ASPARAGI E STRACCHINO FILANTE

L’altro giorno dall’ortolano ho finalmente trovato l’asparagina nostrana (quegli asparagi molto sottili
che arrivano dai nostri campi invece che da chissà dove), primo segno di primavera, che inaugurerà,
lo dico subito, una moltitudine di piatti a base di verdure! Con questo meraviglioso ortaggio ci sono
due o tre piatti fondamentali da preparare e assolutamente semplici. Prima fratte la frittatina, un
grande classico, e poi il risotto. Ora come ormai anche i muri sanno io il riso lo devo evitare ancora
per un mesetto e quindi ripiego, comunque con piacere, sull’orzo. Questa volta non l’ho risottato per
mancanza di tempo ma ho deciso di preparare una versione veloce mantecando il tutto con lo
stracchino.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

250 gr di orzo perlato
½ mazzo di asparagina
1 ciuffo di prezzemolo
qualche foglia di basilico
50 gr di stracchino
sale
pepe
olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE

Tagliate l’asparagina a bastoncini corti, lasciando intere le punte. Fatela sbollentare in acqua
leggermente salata per 3 minuti, versando prima i gambi e dopo un minuto le punte. Scolatela e
passatela sotto l’acqua fredda per mantenerla bella verde. Sciacquate bene l’orzo e lessatelo
nell’acqua degli asparagi per 10 minuti circa (il tempo esatto è sempre riportato sulla confezione).
Scolatelo e passatelo in una padella ben calda sporcata con un giro d’olio d’oliva, aggiungete
l’asparagina, il prezzemolo tritato e qualche foglia di basilico, saltate per pochi istanti, regolate di
sale e infine unite lo stracchino a fiamma spenta, mescolate bene e servite guarnendo con una foglia
di basilico e una macinata di pepe.